Fare un “training mentale” per potenziare le tue capacità

Cari amici,

è martedì, e siamo arrivati all’ultimo passo (dei sette) della rubrica “L’ABC DELLA LETTURA VELOCE: cosa ti occorre per leggere più velocemente (e ricordare ogni cosa)”.

I precedenti  passi sono stati  Desiderarlo con tutte le forze ed essere convinti di riuscire; Presenza e concentrazione; Rilassamento Focalizzato; Eliminare gli errori “classici” che rallentano la tua lettura; Usare la luce per la lettura; Allenare l’occhio; oggi parliamo di come potenziare le tue capacità attraverso uno specifico “training mentale”.

Fare un “training mentale” per potenziare le tue capacità

In questo post conclusivo, riprendiamo un concetto  a cui abbiamo fatto riferimento nella seconda puntata:  il valore del training mentale.

Infatti, questo è il vero plus del nostro metodo, cioè quel salto che ti fa guadagnare una grande velocità (dalle 3- 10 volte più veloce tipica dei “normali “ corsi di lettura veloce, alle 60 volte più rapida).  Qui parliamo di qualcosa che, attraverso pratiche di autoipnosi ci può portare fino all’Hypnoreading, una metodica per la quale è possibile leggere (e ricordare) un intero libro in circa un’ora, sfruttando, appunto, lo stadio ipnotico (o autoipnotico che è lo stesso) che massimizza la concentrazione e le performance mentali. In assonanza con tutto questo, nella media delle nostre sperimentazioni, abbiamo scoperto che è possibile andare molto oltre i risultati tradizionali, fino a raggiungere velocità di quindici, trenta o anche sessanta volte la velocità iniziale.

Perciò il nostro metodo consente di fare un grande balzo in avanti alle ricerche sull’utilizzo del cervello e sui meccanismi di funzionamento della mente, migliorando la concentrazione (tornate a leggere i primi tre passi), la rapidità di assorbimento delle informazioni ed in generale il benessere psico-fisico della persona (e questo, ovviamente, vale anche per la memoria e lo studio).

Questo sistema integrato permette di raggiungere risultati incredibili in modo semplice e concreto: è un modello che mette in relazione la Mente con il Corpo, in una visione unificante e olistica dell’essere umano. Infatti, non si tratta di “stipare” artificialmente (cioè con  stratagemmi e mnemotecniche) il cervello di informazioni, ma di comprendere a fondo come funziona la registrazione e l’elaborazione dei dati, per imparare a sfruttarne a nostro vantaggio e gestirne le potenzialità, con un metodo di apprendimento pratico che ci permette di attingere a tutto il potenziale della mente umana, utilizzandolo in un modo più efficiente, più rapido e anche più divertente!

Il nostro paradigma mette insieme le strategie di apprendimento con quelle di lettura veloce, usando al meglio tutte le capacità che abbiamo, sia di leggere, che di ascoltare, che di memorizzare (compreso anche il metodo di studio). Perciò si parla di conoscere il potenziale della Mente come se si potesse avere un Libretto di Istruzioni del Cervello. Si apprende come sfruttare a nostro vantaggio le nuove scoperte della fisica quantistica applicata al cervello combinandole con antichi esercizi e metodiche per  la concentrazione, la memoria e il pieno uso di tutta la mente umana. Con tecniche ipnotiche e di PNL avanzata si impara a rimuovere eventuali blocchi, a raggiungere lo “stato di apprendimento ottimale, a riprogrammare false convinzioni limitanti, ad evitare il sabotaggio dal cervello “inferiore”, a ri-armonizzare gli emisferi cerebrali. Con le tecniche ipnotiche e, specialmente di “ipnosi quantica” (ad es. il Quantum Zeno Effect oppure la luce con il metodo LQE Lucem Quantum Extreme) si apprende a migliorare la concentrazione e ad usare al massimo il potere creativo per l’apprendimento, ad utilizzare entrambi gli emisferi cerebrali simultaneamente.

Ovviamente tali strategie sono combinate e parte integrante del nostro paradigma di apprendimento QUANTUM MEMORY.

Inoltre, con le tecniche di Hypnoreading si può apprendere a d eseguire la scansione immediata di informazioni essenziali, risparmiando fino al 80% del tempo di lettura. Con le metodiche di apprendimento quantistico si può imparare a prendere appunti più efficienti, usando il cervello destro e molto altro.

Il cervello è un meccanismo straordinario, “in grado di compiti infinitamente più complesse di quanto è stato pensato … Il motivo per cui le nostre prestazioni non corrispondono anche le potenzialità minimi è che ci viene data alcuna informazione su ciò che siamo, o su come possiamo utilizzare al meglio le nostre capacità intrinseche” (Lee Pascoe).

Hypnoreading e QUANTUM MEMORY

Come abbiamo accennato nelle prime lezioni il passaggio alla fase ipnotica usa le frequenze inserire nella fase Alpha per raggiungere lo stato ottimale di apprendimento, la concentrazione senza sforzo, per eliminare i bug, virus, gli errori di programmazione (convinzioni limitanti, blocchi emotivi), riprogrammando la mente con suggerimenti positivi a livello di trance.

L’Hypno-lettura è una lettura supersonica in trance che utilizza defocalizzazione ed una percezione subliminale, a una velocità di una pagina al secondo.

Tutto questo può essere raggiunto con più facilità usando anche il cosiddetto effetto Mozart, per raggiungere un più elevato I.Q. e fornire un efficace nutrimento al cervello. Infatti, la musica, combinata con la Suggestopedia, è fondamentale per l’apprendimento rapido.

Entrare “a livello”

Josè Silva nel suo eccezionale lavoro (il metodo che da lui prende il nome) usava una locuzione per definire lo stadio mentale ottimale (situato fra l’Alfa e il Theta) per l’apprendimento (e non solo per quello): “entrare a livello”.

Il livello è quello stadio, che potremmo definire autoipnotico, in cui la nostra mente si espande, diventa “spugnosa”, cioè in grado di assorbire qualsiasi informazione, in grado addirittura di plasmare la materia. Governare consciamente tale stadio è uno dei requisiti che ci permette di ottenere i fantastici risultati di cui abbiamo parlato.

Nei corsi dal vivo svolgiamo molto lavoro di questo tipo per portare i partecipanti a questo stadio e i risultati che otteniamo confermano la bontà del nostro metodo (l’unico ad essere accettato dal Congresso Mondiale di Ipnosi).

La metodica per arrivare a questo livello di autoconcentrazione è piuttosto semplice e va appresa (come per tutte le cose) con molta pratica e pazienza.

Ora ecco le istruzioni per il tuo primo “viaggio” autoipnotico, se vuoi, puoi fartele leggere da un amico o da un’amica, purché persona di tua fiducia e legga con calma, con voce calda e monotona.

“Siediti comodamente, appoggia i piedi piatti per terra e le mani sulle cosce. Lascia uscire tutta l’aria. Chiudi gli occhi.

Usa  la respirazione addominale compiendo da tre a cinque respiri profondi. Mentre espiri, rilassati. Fallo con calma, prenditi tutto il tempo necessario.

Ora rilassa progressivamente tutti i muscoli per calmare il tuo corpo cominciando dal basso, dai piedi, a salire verso la testa. Rilassa una parte per volta [chi legge può richiamare all’attenzione i piedi, i polpacci, le ginocchia … poi le mani, i polsi, gli avambracci … l’addome, il torace, il collo, ecc.]. Rilassa gradualmente tutti i muscoli in modo da sentire il corpo completamente morbido e pesante, abbandonato. Ora lascia che il tuo corpo si rilassi, una parte alla volta, a partire con le dita dei piedi, sentite i piedi che si squagliano sul pavimento; a poco a poco tutte le tensioni scivolano lontano. Attraverso le gambe, poi le dita, le vostre mani, le braccia, fino in alto al torace, al collo e alle spalle …

Fai ancora un respiro profondo e rilascialo lentamente. Voglio che cancelli tutto dalla tua mente.  Lascia ogni pensiero allontanarsi. Se i pensieri non se ne vanno, pazienta e, semplicemente, osservali. Guarda da dove vengono e dove vanno. Poi porta l’attenzione alla transizione fra i pensieri, una specie di “terra di nessuno”, dove non ‘è pensiero. Dimentica tutto tranne le parole che stai ascoltando.  Tutto ciò che conta sono queste parole. Non è necessario essere concentrati  su queste parole. Tutto quello che devi fare è seguirle alla lettera.

Ogni tensione è scivolata via dal corpo, ogni pensiero è andato …  Ora  sei completamente rilassato (o rilassata). Puoi immaginare di andare a dormire, sentendo il peso sui tuoi occhi e non vorrei che immaginassi di dormire in un posto meraviglioso, in un giardino di fiori davanti ad un cancello. Non devi pensare ad un portone, né tanto meno immaginare un cancello di ferro alto 2 metri, di colore argento, con il tuo nome stampato proprio al centro della porta. Se già hai visualizzato la porta, non immaginare di estendere la mano e di aprire il cancello sul quale è scritto il tuo nome. Perché se apri il cancello con il tuo nome, allora significa che sei pronto (o pronta) ad accettare il suggerimento che io ti do. Soprattutto se mi immagini nel giardino dietro il cancello mentre ti chiamo per nome. [pronunciare il nome]. Io ti accompagno dentro la porta su cui è scritto il tuo nome.

Ora, oltrepassata la porta, immagina di percorrere un lungo corridoio, di cui non è possibile vedere la fine. Mentre cammini lungo il corridoio la tua mente si allontana. Ad ogni passo perdi sempre più il controllo e ti lasci andare piacevolmente, mantenendo la coscienza di ciò che accade.

Quando sentirai la mia parola «Ora!» raggiungerai la fine del corridoio e avrai completato lo stato di trance; anche se non dovesse sembrarti di esserci, ci sarai.

ORA!

Sei in uno stato meraviglioso, ti puoi rendere conto che la tua mente si espande e diviene una spugna in grado di assorbire ogni informazione, è potente! Può fare collegamenti rapidi e dinamici, la tua concentrazione è massima, i tuoi occhi sono scanner in grado di scorrere le righe alla velocità di un laser, nel silenzio e nel vuoto assoluto.

I tuoi neuroni sono rapidi e potenti tutto ciò che leggi, che ascolti, che vedi è trattenuto e completamente assorbito, in modo cosciente. Ora prendi coscienza di quanto la tua mente sia potente e nel prendere questa coscienza ti senti bene, molto bene.

Quando queste istruzioni saranno assorbite completamente dalla tua mente, i tuoi occhi si apriranno, ma non prima! E quando saranno aperti ricorderai tutto sentendoti bene e rilassato (o rilassata).

E ora ti invito a riemergere alla coscienza del qui ed ora, mantenendo lo stato di concentrazione necessario alla lettura ed allo studio, come se la tua mente fosse diventata un fucile di precisione da usare con calma, rapido ed efficace. Al mio tre, potrai aprire gli occhi avendo concluso il tuo lavoro e memorizzato le fasi per poterlo compiere da solo (o da sola).

E ora inizio a contare:

UNO,

DUE,

TRE

Dolcemente, apri gli occhi!”

Questa sessione di autoipnosi non ha alcun effetto collaterale, è rilassante e piacevole e può essere fatta tutte le volte che si desidera (purché  in luogo tranquillo e protetto). Per qualsiasi dubbio contattaci alla email lucemformazione@gmail.com ti risponderemo velocemente.

Ora hai tutto ciò che serve per espandere la tua mente!

Buon lavoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *